Votami

web

In classifica

Monday, August 31, 2009

SEIZA


Ebben si son tornato dallo stage... sopravvissuto eheheh oggi sono raffreddatissimo ma qualcosa lo voglio scrivere comunque sul blog :)
Approfitto di una foto scattata durante lo stage ad un amico (non volermene Claudio se ti pubblico eheheheh) per parlare della posizione di seiza (正座, letteralmente "sedere correttamente").

Questa posizione usata comunemente in Giappone per sedere in modo formale durante la pratica marziale o altre attività tradizionali quali la cerimonia del te o l'ikebana può risultare una vera tortura per chi non è abituato ad utilizzarla (ebbene si all' inizio anche io l'ho odiata ehehehh ora la trovo quasi distensiva per fare stretching ai muscoli delle gambe...)

Per adottare correttamente la posizione seiza, bisogna una volta seduti sui talloni, porre l’alluce di un piede sull’alluce dell’altro , ed allargare le ginocchia di circa la larghezza di due pugni, le mani saranno con le dita chiuse a palmi in giù, sulle cosce, tenere la schiena ben dritta e abbassare leggermente il mento.

Quanto potete resistere cosi' ? ehehhehe

3 comments:

Anna lafatina said...

Sarebbe la tortura più grande... credo che durerei il tempo di vedere la posizione e poi dovrei già alzarmi... ma credo dipenda dal fatto che non sono proprio quel che si dice una "donna leggera"... ^-^
Ah.. aggiungo che sono appassionata del Giappone già dai tempi di Actarus e che ti seguo in silenzio da un bel pò!
Posso aggiungerti il tuo link al mio Blog?

Swat said...

ciao Samurai!
Eh.. il seiza è una croce per tutti i praticanti occidentali.. o forse il problema è che ci mettiamo in "za" e non in "seiza".

La mia resistenza dipende dal tatami e dalla giornata, ma il problema non è tanto stare in seiza: è rialzarsi :-)

ciao!

samurai73 said...

Ciao Anna, sono andato a vedere il tuo blog (bellissimo lo sai che adoro anche io i bento box !!!!) propongo uno scambio di link (^^)Y

Per Swat hai ragione il guaio è poi alzarsi eheheheh ;)