Votami

web

In classifica

Monday, November 06, 2006

MARZIALI o....MARZIANI ?


Prendo a prestito una espressione simpatica che ho sentito ad uno stage di kenjutsu recentemente, per uno spunto ad una riflessione che già da un po' mi girava in testa ed oggi è decisamente "saltata fuori"...

Nel mondo delle arti marziali si parla spesso di avere un atteggiamente marziale, facendo riferimento ad una formalita' all'interno del dojo, ad una energia nei movimenti, ed altre particolarità...
Allora eccoci a riflettere "ma come faccio ad avere questo atteggiamento?"...mica facile non sfociare nel machismo o nell'eccessiva ricerca dell' "etichetta marziale", mica facile mantenere un atteggiamento che sia presente, forte ma non prevaricatore...

E allora mi chiedo "mica facile perchè?"...provo a guardare alcune foto di samurai (l'eterno riferimento ai praticanti di arti marziali giapponesi)...e noto che tutto il loro essere esprime risolutezza,determinazione e onestà...e a dirla tutta fa anche un po' paura !

Ma non credo di essere in grado di imitare un esempio del genere...cambio allora soggetto della foto... qui abbiamo un gruppo di contadini dei primi del '900...

Osservando un attimo la foto mi colpisce comunque l'espressione del viso, seria e marziale se vogliamo usare questo termine...allora mi dico come è possibile che questi signori avessero innata l'attitudine che noi tanto ricerchiamo ?

Forse è sbagliato ricercare questa cosa sul tatami quelle 5 o 6 ore alla settimana, forse ciò che deve cambiare è il modo di comportarsi tutti i giorni, forse le parole che anni fa un grande maestro di Kendo disse celavano una grande verità : "non cercate di essere come i giapponesi, siate italiani o inglesi o francesi e siate fieri di fare cose che nemmeno la maggior parte dei giapponesi fa più !" (riferendosi alla pratica del kendo)...

Forse quello che dobbiamo fare per avere un atteggiamento marziale è rispolverare il senso dell'onore e della fierezza dei nostri nonni o delle nostre nonne...eh si perchè anche le donne non scherzavano mica:

5 comments:

ale said...

mi hai lasciato senza parole...complimenti...
ciò che io noto in tutte le foto è la mancanza del sorriso, ma non per tristezza. Infatti noi quando veniamo fotografati vogliamo apparire il più belli possibile e perciò ci atteggiamo in mosse assurde come tirare in dentro la pancia, metterci di profilo, sorridere o nasconderci dietro a qualcuno ecc ecc; cosa ci manca? "semplicemente" di essere fieri di come siano e di chi siamo. Ed è proprio la "semplicità" un obiettivo della nostra vita oramai totalmente dimenticato, così presi come siamo a dimostrare ciò che non siamo :-)

Munenori said...

Parole sante!
L'atteggiamento deve esserci sempre, non solo durante il Kendo o lo Iaido...o quello che si pratica.
La determinazione, l'onestà, il coraggio, l'autostima anche se vogliamo...sono qualità che vanno assolutamente coltivate nella vita quotidiana.
Senza pretenderle dagli altri.
E guardando a noi stessi molto prima che a quello che fanno gli altri.

Anonymous said...

bella Samuarai! è una vita che non ti passo a trovare!
Le foto più belle sono quelle rubate, appariamo naturali e persino belli! ( detto da una cessa come me è tutto dire!) Belli perchè traspare il nostro io che in genere è un gran timidone e non vuole farsi fotografare...
un bacio

barbie bligger

samurai73 said...

ciao a tutt* purtroppo sono un po' latitante causa lavoro infernale ! grazie comunque per i commenti :)

Anonymous said...

bravo complimenti sono assolutamente d'accordo