Votami

web

In classifica

Wednesday, August 09, 2006

ANIME e MANGA - CHO SUPERCAR GATTIGER


sport, 20 episodi
1977-1978
Supercar Gattiger

...anche questo era un anime famosissimo che impazzava in Italia nei primi anni 80' ! Vi ricordate la sigla? A me piaceva un sacco il fatto che si potevano unire tutte le macchine dei singoli piloti per formare una "super macchinona".

Mi ricordo anche che c'era in vendita il modello della macchina che potevi comporre con i componenti del gruppo !

Jo Kabuki è un pilota di automobilismo, figlio di uno scienziato e di una donna misteriosa, che lo ha abbandonato subito dopo la nascita. Il padre muore in oscure circostanze: un ordigno esplosivo era stato sistemato sotto alla sua auto. I responsabili dell' attentato risulteranno essere i sicari di Black Demon, in realtà nonno del protagonista Jo !
Con lui collabora la figlia Queen Demon, la madre scomparsa, che affiancherà il vecchio nei suoi intenti diabolici, ma solo per salvare il figlio in extremis sotto le spoglie di un pilota mascherato.

Lo staff comprende Hitoshi Chiaki, che realizza la storia originale, Mitsuru Majima e Yukihiro Tomita tra gli sceneggiatori, Shiro Murata al character design.

3 comments:

dearwanda said...

un'altro dei leggendari anime sul mondo delle corse automobilistiche! Pero' io preferivo quello con Takaya Todoroki, com'e' che si chiamava?

samurai73 said...

Era se non sbaglio "Gran Prix", però io non l'ho mai seguito più di tanto !
SuperCar Gattiger era troppo bello per il fatto che poi le macchine si univano e non si allontanava troppo dai robottoni che ho tanto amato ! ehehhehe

Anonymous said...

Ciao! Sono arrivato qui per caso :)
Me lo ricordo eccome... mio cugino aveva le macchinine in metallo che si univano.
Quando è "diventato grande" le ha buttate!!! Un pazzo... è stato davvero un pazzo sprecone.
Takaya Todoroki era proprio di "Gran Prix il supercampionissimo" (ha il cuore più potente di una macchina e la paura non lo fermerà! Ehi Takaya, sei forte come un bolide...)
Di nuovo ciao a tutti!
Kabuki
http://kabuki.altervista.org