Votami

web

In classifica

Wednesday, September 21, 2005

HAIKU


L' Haiku è un componimento poetico nato in Giappone nel diciassettesimo secolo,derivato dal Tanka (un componimento poetico di trentun sillabe).
L'Haiku è una brevissima poesia formata solo da tre versi, una poesia di concentrazione con caratteristiche ben definite.
Nell'Haiku classico i versi sono formati da un numero preciso di sillabe: il primo verso contiene cinque sillabe, il secondo sette sillabe, il terzo verso di nuovo cinque sillabe per un totale dunque di diciassette sillabe.
Negli Haiku classici era presente il KIGO, ossia una parola o situazione che fa riferimento alla natura (precisamente alle stagioni o ai sentimenti e le emozioni del poeta nei confronti della natura).
Oggi la forma più moderna di Haiku ha un contenuto che può spaziare su qualunque argomento.
Molti poeti di haiku furono anche degli ottimi pittori che, con l’acquerello riuscivano in poche pennellate a riprodurre la stessa magica atmosfera di una poesia haiku,e quasi tutti i più celebri erano cultori dello spirito zen (sia che praticassero o meno la disciplina zen). Per alcuni, il comporre un haiku o dipingere un acquerello era un’esperienza non estetica, ma spirituale e i maestri Zen, spesso anche loro poeti e pittori, giudicavano il livello di conoscenza spirituale dei loro discepoli-artisti sulla base delle loro composizioni .
Caposcuola indiscussi dell'haiku sono Matsuo Basho (1644, 1694), autore che seppe dare alla poesia giapponese un tono più misurato e riflessivo, e Issa Kobayashi (1763, 1823 ), continuatore dell'opera di Basho.

Riporto di seguito alcuni haiku a mio parere molto belli:

Shizuka sa ya
iwa ni shimi iru
semi no koe

Il silenzio
penetra nella roccia
un canto di cicale
(Bashō)

Nella luce della luna
un inizio di primavera

(Kobayashi)

Ad una ad una
si affacciano nel freddo
le stelle
(Tan Taigi)

2 comments:

ale said...

eheheh non ho capito la prima...ma è il silenzio che penetra o il canto delle cicale?!!?!??!!??!!?

samurai73 said...

Secondo me il silenzio è il tema principale dell' haiku a cui ti riferisci ,interrotto solo dal canto delle cicale che penetra nella roccia...

Certo la traduzione italiana è riduttiva probabilmente in giapponese c'è anche una certa musicalità del verso...