Votami

web

In classifica

Friday, February 24, 2006

FILM - SHURAYUKI HIME


Finalmente sono riuscito a vedere un film che aspettavo con ansia da molto tempo, si tratta di SHURAYUKI HIME o LADY SNOWBLOOD, un capolavoro assoluto del cinema nipponico ma pressochè sconosciuto in Italia. Da questo film Tarantino ha tratto KILL BILL vol. 1 & 2 , riuscendo ad eliminare la drammaticità e la poesia e copiando alla grande le trovate scenografiche (non me ne vogliano i fans del regista...ma proprio la Uma in tutina color canarino non mi è piaciuta per nulla !).

Ad ogni modo tornando al film si tratta di una pellicola del 1973 di Toshiya Fujita, mentre gli attori principali sono: Meiko Kaji, Kô Nishimura, Toshio Kurosawa, Masaaki Daimon, Miyoko Akaza, Eiji Okada.

La trama è la seguente:
- Giappone, 1874 (settimo anno dell’era Meji): in una prigione, Sayo muore nel dare alla luce una bambina, Yuki (= Neve), mentre fuori infuria una tempesta di neve rossa. L’anno precedente Sayo era stata violentata da quattro malviventi, i quali avevano anche ucciso suo marito e il loro figlio: decisa alla vendetta, la donna ha visto fallire il suo scopo dopo avere ucciso il primo della lista ed essere stata arrestata. Per concepire un discendente robusto che continuasse la sua opera, poi, si è concessa a tutti gli uomini del carcere: addestrata da un anziano samurai, la piccola Yuki impara a crescere coltivando odio e violenza e, diventata donna, seguirà le direttive della madre fino alla fine.

Una particolare nota di merito va alla canzone iniziale e finale (The Flower of Hell, indicata poi come The Flower of Carnage) cantata dalla stessa attrice Meiko Kaji, è semplicemente STUPENDA !

Il film è reperibile (con grande fatica) solo in lingua originale con sottotitoli in inglese su sistema NTSC, quindi vedibile solo con lettori DVD che sono region free.
Se vi capita quindi la rara occasione di vederlo in qualche cinema d'essai non lasciatevelo sfuggire !

4 comments:

bunny chan said...

Mamma mia, che storia!! Spero di poter trovare il film da qualche parte, perchè sono proprio curiosa di vedere il film che ha ispirato Tarantino (a me Kill Bill, comunque, non è piaciuto molto!).

Ciao,
B.

samurai73 said...

Si infatti diciamolo con totale libertà: kill bill era proprio una porcheria !
Ciò che stupisce è che invece "Shurayuki hime" è un film di una poesia e di una drammaticità che fa quasi rabbia venga accostato con delle pellicole dove l'unico fine è la violenza gratuita.
Ps- Stamani leggevo sul giornale alcune note dell' ultimo film di Tarantino...è francamente non ho parole.

ale said...

confermo che il film è molto bello, bisognerebbe rivederlo però perchè per leggere tutte le numerosissime righe in inglese talvolta si perde l'armonia del film; certo non si può dire che sia il simbolo della pace e dell'amore eheheheheheh, ma rispetto a kill bill la violenza è quasi pura, soprattutto visto che la storia è ambientata nel secolo scorso quando ancora non esisteva la legge che puniva i colpevoli,ma anzi la legge stessa alimentava la violenza; al contrario kill bill è ambientato nella nostra era in cui, a mio avviso, non dovrebbero più predominare e neppure esistere film che inneggiano alla violenza fine per nessun motivo

samurai73 said...

Purtroppo la violenza riempie i botteghini, credo abbia sempre una grande attrattiva sull'essere umano, anticamente c'erano i gladiatori..oggi i film splatter !