Votami

web

In classifica

Tuesday, February 28, 2006

KOTOWAZA


So che in Giappone esistono molti KOTOWAZA, cioè come i nostri proverbi sono brevi frasi che con una metafora, o un' immagine tramandano la saggezza di un popolo.

Questa mattina Ciko mi ha scritto "RAINEN NO KOTO WO IUTO ONI GA WARAI" che tradotto significa "a colui che parla dei progetti dell'anno prossimo prima della primavera, l' ONI lo schernisce ".

Questo per indicare che non ha senso fare le cose in modo affrettato, d'altra parte sembre invece che lo stile di vita giapponese moderno sia proprio improntato su ritmi assurdi e frenetici !

4 comments:

ale said...

e fare qualche progettino per questa primavera è ancora troppo presto?!?!?!?!?!?

samurai73 said...

prova a sussurrarlo nell'orecchio dell' ONI (^_-)

bunny chan said...

Scusa se mi intrometto, ma la traduzione corretta è: "Se si parla di progetti per il prossimo anno, l'oni ride"...la parola primavera non compare proprio!!

Comunque l'interpretazione è giusta!

samurai73 said...

In effetti non conosco molto di lingua giapponese però primavera non la trovavo nemmeno io ehehhe, probabile che Ciko abbia lasciato un pezzo di proverbio...
Poiiiiii le tiro le orecchie AHAHAH .
(^_-)

Ps- parlavo con Ciko della piantina di shiso e una sua amica italiana che ha provato a coltivarla ha avuto ottimi risultati il primo anno (la pianta aveva attecchito bene) ma il secondo anno il sapore della pianta non era più uguale all'originale. Questo probabilmente per il differente tipo di terreno o concime giapponese rispetto a quello italiano.
Io non ne so molto ma ad esempio per i bonsai esiste il terriccio AKADAMA (di origine vulcanico con un Ph da 6,5 a 6,9: una caratteristica ideale dal punto di vista orticolo) ,il KETOTSUCHI per il massimo rendimento su roccia e la KANUMA di tipo argilloso più per i fiori tipo azalea.
Sono terricci facilmente reperibili in qualunque serra che venda bonsai...credo che un misto di AKADAMA sia più adatto per la tua piantina di shiso.