Votami

web

In classifica

Tuesday, January 31, 2006

Ningyokuyo (consolazione dell'anima delle bambole)


Dopo il post di ieri, la mia carissima Ciko mi ha aggiornato su alcune notizie inerenti alle misteriose bambole...
In Giappone esiste un rito tradizionale molto suggestivo e particolare che consiste nel bruciare cataste di bambole e che si svolge in alcuni templi .
Si tratta di una sorta di rito funebre per le vecchie bambole, per evitare che esse divengano "pericolose".
A questi aspetti è legata una leggenda piuttosto terrificante:
in Giappone si dice spesso che parte dell'anima rimane nelle bambole e qualche volta vi si aggiunge uno spirito infernale...
Si dice che le vecchie bambole in questo stato siano soggette alla crescita dei capelli e che spesso piangano lacrime di sangue.... (*_*)
Si tratta di una leggenda tradizionale di grandissimo fascino estetico (anche se horror) e di grandissimo interesse religioso e antropologico, ricca di potenti simbolismi, e antiche paure.

8 comments:

bunny chan said...

Te l'avevo detto!! Le bambole continuano a mettermi una grande paura *_*!
E pensare che da noi, invece, le "bambole" che piangono sangue sono considerate dei miracoli divini...

Un bacio,
B.

samurai73 said...

Eh si hai ragione ! Tipo la statua di Padre Pio...
Chissà cosa penserebbero in Giappone di questa cosa ! Tra l'altro i giapponesi subiscono un fascino pazzesco dalla religione cattolica, lo vedi in alcuni manga (one pound one gospel, la storia d'amore tra una suora e un pugile !?), nel look delle gothic lolita, e addirittura ho letto hanno aperto un pub-ristorante con arredi provenienti da chiese...un po' chiccioso eheheh se vai sul sito del corriere della sera ci sono anche le foto !

Anonymous said...

cataste di bambole distrutte?! Sacrilegio!!!! Ho deciso: vado a lavorare in questo tempio e le esorcizzo tutte ... portandole a casa mia!!! Comunque è vero; molte mie amiche Giapponesi hanno paura delle bambole; una volta ne volevo regalare una alla mia insegnante e mi ha detto di non farlo assolutamente, perchè in caso di mio decesso la bambola avrebbe cominciato a piangete tutte le notti ed i suoi capelli a crescere a dismisura...
Ps bello 'sto blog;l' ho trovato tra i link di Bunny chan. Verrò spesso a trovarti! ^_^
by barbie blogger

samurai73 said...

Eheheh Barbie, immagino che per te sia proprio un sacrilegio , tutte quelle bellissime bambole distrutte !
Grazie per la visita, ti aspetto nuovamente !

bunny chan said...

Che bello essere di collegamento tra due blogger amici!!

Comunque se ti sono piaciuti i jeans che ha confezionato, devi vedere i kimono da barbie favolosi che riesce a cucire, con tanto di borsetta e zori!!

E' bravissima!!!

Un bacio a tutti e due,
B.

samurai73 said...

(O_O) VERAMENTEE !!!??? Anche i kimono ? E gli zori ? ma ma ma come fa? Già mi pare una cosa complessa farlo in misure "standard" poi se si lavora con dimensioni da modellismo...il tutto triplica di complicazioni !
Cavolo mi vergogno davvero per la mia incapacità ad usare ago e filo !

Anonymous said...

Ciao,

Mi chiamo Marzia e adoro il Giappone e tutte le sue tradizioni.
Ps Io ho paura delle bambole che piangono...i ciccio bello....e sono contenta di trovare qualcuno che condivide la mia stessa paura...in Giappone...(prima di muorire ci voglio andare...)

almacattleya said...

Non lo sapevo.
Io non sopporto le bambole in porcellana: quel loro sguardo vacuo lo trovo inquietanti mentre le bambole che spesso alcuni considerano inquietanti a me invece piacciono. Lo so sono strana, ma mi sembra che le ultime bambole palesando la loro inquietudine siano più rassicuranti delle prime. Poi vabbè ci sono cose personali.
Inoltre ho saputo recentemente che c'è la realizzazione di bambolotti simili a neonati per chi non ha bambini o ne ha perso uno.
Questo sì che è inquietante!