Votami

web

In classifica

Wednesday, March 08, 2006

FESTA DELLA DONNA


Bhè lo so in Giappone non c'è questa festività...però oggi è un giorno speciale e va quindi ricordato, nonostante ultimamente anche questa ricorrenza sia diventata squallida è importante tenere bene a mente cosa si ricorda oggi.

L'origine della festa dell'8 Marzo risale al 1908, quando un gruppo di operaie di una industria tessile di New York scioperò come forma di protesta contro le terribili condizioni in cui si trovavano a lavorare.Lo sciopero proseguì per diverse giornate ma fu' proprio l'8 Marzo che il datore di lavoro diete l'ordine di bloccare le uscite della fabbrica, impedendo alle operaie di uscire dalla stessa.Un incendio ferì mortalmente 129 operaie, tra cui anche delle italiane, donne che cercavano semplicemente di migliorare la propria qualità del lavoro.Tra di loro vi erano molte immigrate, tra cui anche delle donne italiane che, come le altre, cercavano di migliorare la loro condizione di vita.

L'8 marzo assunse col tempo un'importanza mondiale, diventando il simbolo delle vessazioni che la donna ha dovuto subire nel corso dei secoli e il punto di partenza per il riscatto della propria dignità. L'8 Marzo è quindi il ricordo di quella triste giornata.Non è una "festa" ma piuttosto una ricorrenza da riproporre ogni anno come segno indelebile di quanto accaduto il secolo scorso.

La ricorrenza diventa oggi ancora più importante che mai se volgiamo lo sguardo alla condizione delle donne nei paesi sottosviluppati, è importante che le donne non diano ascolto a chi vuole ridicolizzare o far cadere nel "dimenticatoio" una ricorrenza cosi' importante.


TANTI AUGURI A TUTTE LE DONNE !!!!!!! \(^O^)/

7 comments:

G said...

Ciao! Innanzitutto mi presento, sono G. e sono contentissima di aver scoperto il tuo blog, dato che sono un'appassionata di anime, manga e di Giappone in generale. Sono certa che grazie al tuo sito potrò arricchire la mia conoscenza di questo paese, che, nonostante la mia passione, è ancora scarsa purtroppo.

Detto questo passiamo al post sull'8 marzo. Non faccio parte di quella categorie di donne/ragazze che festeggiano la ricorrenza uscendo a mangiare una pizza o, ancora peggio, andando a vedere uno spogliarello. A dirla tutta non me ne frega proprio niente di questa festa, e la mimosa è un fiore decisamente sgradevole e puzzolente. Tant'è che stasera me ne starò spaparanzata sul divano a tifare il mio amato Milan. Trovo che la Festa delle Donne sia una trovata commerciale di dubbio gusto, svilente per la donna in quanto ci porta a credere di essere una minoranza sfigata e dimenticata, che ha il diritto di essere celebrata non più di una volta all'anno. Che senso hanno queste inutili feste (mamma, papà, donna, nonni, gatti, cani etc..etc..)? Boicottiamole perchè sono una presa in giro. Abituiamoci a rispettarci e a festeggiarci sempre e indiscriminatamente!

Ciao, spero che tu venga a visitare il mio blog!

samurai73 said...

Ciao ho fatto un giro sul tuo blog, eheheh si vede che sei una appassionata di anime e manga ! Appena ho un attimo ti aggiungo ai miei link (^.-)...

Riguardo l'8 marzo io credo che ci sia una precisazione da fare, un conto è il fatto che ormai la società tende a togliere il significato alle ricorrenze e ridicolizza tutto con il consumismo sfrenato; un conto è riscoprire cosa c'è dietro a questo "enorme ingranaggio".
Non facciamoci fregare, non cadiamo nel gioco di chi non ci vuole più far credere in nulla !
La festa della donna non è spogliarello e pizza (come giustamente dici tu) ma è un momento per fare il "punto della situazione", e riflettere sulle tante cose ancora da fare per raggiungere una parità di opportunità (che piaccia o meno la situazione della donna oggi nonostante siamo nel 2006 è ancora di secondo ordine nel mondo del lavoro, nella politica e ancora soggetta a molti luoghi comuni ) Di sicuro come dici tu non va ricordato solo una volta l'anno però credo sia un peccato perdere anche questa occasione.

G said...

sì hai ragione,abbiamo bisogno di occasioni per riflettere sulla condizione della donna, ma non penso che questa festa possa servire a qualcosa in questo senso. almeno questo è il mio punto di vista. a presto!

ale said...

eheheheh tra le vostre discussioni penso che ieri sera ho festeggiato la festa della donna nel miglior modo...con un bel piatto di sashimi e sushi così almeno siamo rimaste in tema giappone...
ahimè per la festa mi tocca concordare con samurai73, purtroppo dietro alla facciata di "tutto va bene", il maschio italiano è ancora maschilista e quel che è peggio è educato in questo modo dalle mamme, cioè dalle donne stesse...siamo proprio delle sciocche e poi pensiamo che bisogna agire tutto l'anno...ma se non riusciamo a farlo neppure una volta all'anno, cioè durante la festa della donna, come facciamo a farlo sempre????? mahhhhhhhhhh

bunny chan said...

Ti sto facendo un sacco di pubblicità ^_^!!! Credo che G (se sbaglio mi corriggerete ;) - citazione "colta") sia una lettrice del mio blog che ha seguito i link che ho postato!!

Per quanto riguarda la festa della donna...bè, stendiamo un velo pietoso. Per citare un'altra mia amica: non capisco perchè il giorno della festa delle donne, queste debbano comportarsi come uomini (mi riferisco ai disgustosi show di spogliarello maschile che sono tanto in voga!!).

Ciao,
B.

samurai73 said...

EHeheh ci siamo blog-contagiate !

Riguardo gli show dell'8 marzo, non credo che molte donne siano andate a vedere gli spogliarelli (nessuna delle donne che conosco ha fatto una scemenza simile), piuttosto "qualcuno" lassù che manipola l'informazione e decide cosa scrivere in prima pagina gioca a screditare e anestetizzare cervelli.

bunny chan said...

Anche questo è vero...